SEGUICI ANCHE SU

_pubblicazioni

Fatturazione elettronica obbligatoria anche per ASD e SSD “minori”

Data
20/06/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
ASD e SSD che applicano il regime fiscale di cui alla L. 398/91 dovranno, a partire dal 1° luglio 2022, dotarsi di un sistema di fatturazione elettronica qualora nel 2021 abbiano conseguito proventi da attività commerciali superiore ai 25.000 euro. L’art. 18, comma 2 del D.L. 36/2022 (da convertire entro il 29.6.2022), modificando l’art. 1, comma 3 del D.Lgs. 127/2015, ha quindi aggiornato la soglia al di sopra della quale scatta l’obbligo di gestire la fatturazione attiva e passiva in formato elettronico (che passa da 65.000 a 25.000 euro) a partire dal 1° luglio 2022, eliminando poi qualsiasi tipo di esenzione a partire dal 1° gennaio 2024..

ASD e SSD - Obbligo di pubblicazione di contributi, aiuti e sovvenzioni pubbliche entro il 30 giugno 2022

Data
15/06/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Entro fine mese le associazioni e società sportive saranno chiamate al periodico adempimento relativo alla pubblicazione sul web dei contributi, aiuti, sovvenzioni erogati e/o concessi loro da parte dello Stato. Infatti, come ogni anno, così come previsto dalla L. 124/2017, commi 125 - 129, entro il 30.06.2022 dovranno pubblicare nei propri siti internet o analoghi portali web le sovvenzioni, i sussidi, i contributi, i vantaggi o gli aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria aventi natura pubblica ed erogati e/o concessi nell’anno 2021. In dettaglio, nel caso in cui le associazioni e le società abbiano percepito nell’esercizio precedente (2021) tali generi di “aiuti” ad opera della Pubblica amministrazione, per un importo maggiore o uguale a € 10.000, dovranno pubblicare on-line entro il termine sopra riportato le relative informazioni, quali l’importo, la tipologia di aiuto, l’ente erogatore e la data di ricezione, sui propri siti internet o analoghi portali digitali (ad es. Facebook, Instagram, Twitter). Gli enti sportivi costituiti in forma societaria che redigono invece il bilancio ordinario dovranno procedere con l’inserimento di tali informazioni nella Nota integrativa di bilancio dell’esercizio ordinario e dell’eventuale bilancio consolidato (qualora le somme/contributi/sovvenzioni siano superiori a € 10.000 nell’anno).

La ripresa dei versamenti contributivi

Data
09/06/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
La ripresa dei versamenti contributivi e previdenziali per Federazioni, Enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive. Con l’avvicinarsi della scadenza per la ripresa dei versamenti e degli adempimenti sospesi durante il periodo emergenziale per le Federazioni sportive nazionali, gli Enti di promozione sportiva e le Associazioni e Società sportive (professionistiche e dilettantistiche) che hanno sede legale, sede operativa e domicilio fiscale nel territorio italiano e che operano nell’ambito di competizioni sportive in corso di svolgimento, l’INPS e l’INAIL hanno emanato due distinte circolari (rispettivamente la n. 64/2022 e la n. 23/2022) con le relative indicazioni operative. L’art. 1, comma 923 della L. 234/2021 aveva infatti disposto la sospensione dei termini dal 01.01.2022 al 30.04.2022 relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria per i soggetti di cui sopra. Il successivo DL 17/2022 aveva poi stabilito che i suddetti termini e i successivi relativi al periodo dal 01.05.2022 al 31.07.2022 fossero prorogati fino al 31.07.2022..

Bonus pubblicità: ulteriori novità dal Decreto energia

Data
04/06/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
L’art. 25-bis, comma 1 del DL 17/2022, il c.d. Decreto energia, ha introdotto importanti novità relativamente alla disciplina del bonus pubblicità con nuove regole a partire dall’anno 2023. In relazione all’agevolazione in commento le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che hanno effettuato nell’anno 2021 o che intendono sostenere nell’anno 2022 investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche e digitali, è stato riconosciuto un credito d’imposta pari al 50% delle spese effettuate nei limiti di 90 milioni di euro per ognuno dei due anni (di cui 65 milioni per gli investimenti su stampa e 25 milioni su radio e tv non partecipate dallo Stato). Tuttavia, a decorrere dall’anno 2023 il credito d'imposta in commento è concesso alle stesse condizioni e ai medesimi soggetti ma nella misura unica del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati in campagne pubblicitarie esclusivamente sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, nel limite massimo di spesa di 30 milioni di euro in ragione d'anno quale tetto di spesa massima, e in ogni caso nei limiti dei regolamenti dell'Unione Europea..

Bonus pubblicità in scadenza al 5 giugno 2022

Data
03/06/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
È prossima la scadenza del bonus sponsorizzazioni sportive per le spese sostenute nell’anno 2021. Entro il 5 giugno 2022 si chiude infatti la finestra per presentare la richiesta del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari a favore di leghe e società sportive professionistiche, nonché associazioni e società sportive dilettantistiche (che non applicano il regime di cui alla Legge 398/1991). Il contributo in oggetto, già istituito dall’art. 81 del DL 104/2020 per l’anno 2020, è stato riconfermato per le spese sostenute nel 2021 dall’art. 10, commi 1 e 2 del L 73/2021..

Pubblicazione dei contributi pubblici e dei rapporti con la P.A. in scadenza al 30 giugno 2022

Data
01/06/2022
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Entro il mese di giugno 2022 le associazioni e società sportive dilettantistiche che nello scorso esercizio hanno ricevuto contributi, aiuti, sovvenzioni da parte della pubblica amministrazione per un valore complessivo maggiore o uguale a 10.000 euro devono procedere con specifici obblighi informativi. Intatti, gli enti sportivi che nel corso del 2021 hanno percepito sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria dalle pubbliche amministrazioni (comuni, province, ecc.) sono tenuti a pubblicarne le relative informazioni (importo erogato, ente pubblico, tipologia di contributo/aiuto ricevuto) nei propri siti internet o analoghi portali digitali (ad es. Facebook, Instagram, Twitter) entro il 30.06.2022..

Contributi regionali per manifestazioni ed eventi

Data
13/05/2022
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Ultimi giorni per poter accedere alla prima finestra di domanda per il contributo a fondo perduto destinato a finanziare la realizzazione di manifestazioni, convegni, seminari, mostre, celebrazioni, festival e ogni altro evento di rilevanza regionale che offra un contributo alla crescita culturale e sociale, nonché alla società veneta nelle materie di competenza regionale. Gli Enti, le Istituzioni pubbliche e private e le associazioni senza fini di lucro (in possesso di atto costitutivo e statuto redatti in forma pubblica o scrittura privata registrata in Agenzia entrate) potranno infatti presentare domanda di contributo a fondo perduto per le tipologie di iniziative di cui sopra qualora le stesse si svolgano nell’anno 2022. Nell’eventualità in cui una manifestazione si svolga per più annualità, potrà essere comunque presentata domanda limitatamente alla parte che si realizzerà entro l’anno in corso al momento della domanda..

Regione Veneto: bando per contributo su organizzazione di corsi di avviamento sportivo

Data
11/05/2022
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Un’altra interessante opportunità per le associazioni e società sportive con sede nella regione Veneto è rappresentata dal bando per la concessione di contributi a favore dell’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva emanato dalla Regione Veneto in data 29.4.2022. La Regione Veneto, infatti, al fine di supportare la pratica sportiva e motoria come fattore di inclusione e veicolo di principi educativi alle giovani generazioni, volendo inoltre sostenere le realtà sportive nella ripresa delle loro attività, ha stanziato una somma totale pari ad € 200.000 a sostegno delle associazioni e società sportive dilettantistiche che organizzano corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva.
Gli enti di cui sopra, per poter accedere al beneficio, dovranno risultare costituiti da almeno due anni al momento di presentazione della domanda e regolarmente iscritti al Registro CONI. Non potranno tuttavia essere destinatari di contributo i soggetti che siano stati condannati dal CONI o dai loro enti di affiliazione per illecito sportivo, nei tre anni precedenti, nonché per uso di sostanze dopanti, squalifiche, inibizione, radiazione o sospensione nei cinque anni precedenti. Sono finanziabili i programmi di attività finalizzati alla promozione e all’organizzazione di corsi di avviamento allo sport per ragazzi/e di fascia d’età compresa tra i 6 e i 16 anni compiuti al 31.03.2022..

Bilanci e rendiconti annuali in scadenza ad aprile 2022

Data
27/04/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Si affaccia per le associazioni e società sportive dilettantistiche un’altra importante scadenza nel calendario degli adempimenti amministrativi e fiscali rappresentata dall’approvazione del bilancio o rendiconto annuale. Infatti, gli enti che hanno previsto nel proprio statuto un esercizio coincidente con l’anno solare (01.01 – 31.12), normalmente entro 120 giorni (o 4 mesi) dalla chiusura di ciascun esercizio, dovranno procedere con la convocazione dell’assemblea e la conseguente approvazione di un documento riepilogativo dei fatti di gestione (bilancio o rendiconto annuale) non oltre aprile 2022..

Approvazione del bilancio annuale 2021 entro aprile 2022

Data
26/04/2022
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e società sportive dilettantistiche con l’esercizio coincidente con l’anno solare (01/01 – 31/12) dovranno, entro la fine di aprile 2022, provvedere con l’approvazione di un documento riepilogativo dei fatti di gestione dell’ente. Infatti, che si tratti di “Rendiconto” o “Bilancio”, questo dovrà essere predisposto dall’organo amministrativo (Consiglio direttivo per le associazioni e Amministratore unico o Consiglio di amministrazione per le società), depositato presso la sede sociale, discusso e approvato dall’assemblea degli associati (o soci per le società). Per le associazioni sportive dilettantistiche la forma del bilancio annuale (salvo espresso vincolo in statuto) è da considerarsi “libera”, potendo infatti l’organo amministrativo scegliere la redazione di un rendiconto secondo il criterio di cassa (entrate/uste) ovvero in forma di bilancio secondo il criterio di competenza..

5x1000: elenco provvisorio con rettifica entro il 30 aprile 2022

Data
26/04/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Sul sito del Comitato Olimpico Nazionale Italiano è stato pubblicato, accanto al già presente elenco dei beneficiari “permanenti” del contributo del 5x1000, l’elenco dei benedirai iscritti a titolo “provvisorio”. Quindi, oltre all’elenco delle associazioni sportive dilettantistiche già iscritte nell’anno 2021 (e che non devono presentare alcuna altra istanza se non quella relativa alla variazione o perdita dei requisiti per l’accesso al contributo in commento), è possibile per le associazioni che hanno presentato l’istanza di accreditamento al 5x1000 entro lo scorso 11 aprile verificare la correttezza dei dai ivi indicati. In caso di dati non corretti il Presidente del Consiglio direttivo dovrà chiedere la rettifica degli errori di iscrizione entro il 30.4.2022..

Bonus sponsorizzazioni: aperta la piattaforma per presentare le richieste fino al 5 giugno 2022

Data
13/04/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
l Dipartimento per lo Sport, con avviso del 05.04.2022, ha comunicato l’avvenuta attivazione della piattaforma informatica per l’invio delle domande per usufruire del credito d’imposta sulle spese per sponsorizzazioni sportive sostenute nell’anno 2021. Si ricorda che il beneficio in oggetto consiste in un’agevolazione concessa sotto forma di credito d’imposta, da utilizzare in compensazione tramite modello F24 (esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle entrate e indicando il codice tributo “6954”), pari al 50% degli investimenti in campagne pubblicitarie, incluse le sponsorizzazioni, effettuati dal 01.01.2021 al 31.12.2021 nei confronti di: leghe che organizzano campionati nazionali a squadre nell’ambito delle discipline olimpiche; società sportive dilettantistiche e società ed associazioni sportive dilettantistiche iscritte al registro CONI operanti in discipline ammesse ai Giochi Olimpici e che svolgono attività sportiva giovanile..

Aggiornamento delle misure di contenimento del Covid-19 per associazioni e società sportive

Data
07/04/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
In data 31.3.2022 il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha aggiornato le FAQ inerenti alle misure di contenimento della diffusione del virus Covid-19 per quanto di competenza al mondo sportivo a seguito dell’emanazione del nuovo decreto Riaperture. Tali aggiornamenti sono disponibili sul sito: https://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/faq. Infatti, il DL 24.3.2022, n. 24 aveva introdotto importanti novità in merito alla possibilità del pubblico di poter assistere a eventi e manifestazioni sportive. Per effetto del nuovo decreto a far data dal 1.4.2022 in eventi e competizioni sportive che si svolgono in luogo chiuso il pubblico può quindi accedere solo se in possesso di una Certificazione Verde Covid-19 da vaccinazione o guarigione (c.d. green pass rafforzato), mentre per gli eventi e le competizioni all’aperto sarà sufficiente la Certificazione da vaccinazione, guarigione o test (c.d. green pass base). Allo stesso modo è possibile assistere alle sessioni di allenamento all’interno di impianti sportivi all’aperto o al chiuso, sempre nel rispetto della norma di cui sopra. Resta fermo tuttavia l’obbligo di dover indossare sempre e correttamente i dispositivi di sicurezza delle vie respiratorie di tipo FFP2 e di mantenere le opportune misure di distanziamento interpersonale di almeno 1 metro..

Bonus pubblicità per sponsorizzazioni sportive “prorogato” all’8 aprile 2022

Data
06/04/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Ai sensi dell’art. 9, comma 1 del DL 4/2022 è stata riproposta la possibilità per imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali di fruire di un credito d’imposta pari al 50% degli investimenti effettuati dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022 in campagne pubblicitarie, incluse le sponsorizzazioni, nei confronti di leghe che organizzano campionati nazionali a squadre nell'ambito delle discipline olimpiche e paraolimpiche, nonché di:
- società sportive professionistiche,
- società ed associazioni sportive dilettantistiche
iscritte al registro CONI operanti in discipline ammesse ai Giochi olimpici e paraolimpici e che svolgono attività sportiva giovanile.
Sono esclusi dalla disposizione di cui al presente articolo gli investimenti in campagne pubblicitarie, incluse le sponsorizzazioni, nei confronti di soggetti che aderiscono al regime previsto dalla legge 16 dicembre 1991, n. 398..

Pubblicati gli elenchi degli iscritti all’Anagrafe: possibili le istanze delle Onlus verso il Runts

Data
02/04/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito istituzionale in data 28.3.2022 l’elenco degli enti iscritti nell’anagrafe delle Onlus. Le Onlus ivi indicate possono quindi, a partire da tale data con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, presentare formale istanza di iscrizione ad una sezione del Runts (a scelta) utilizzando la modulistica disponibile nel portale allo stesso dedicato entro la scadenza ultima del 31 marzo dell’esercizio successivo a quello di ottenimento della tanto attesa autorizzazione comunitaria relativa all’applicazione del titolo X del CTS.
Prima del 28.3 sussisteva infatti una condizione di impossibilità per le Onlus “ordinarie” di richiedere l’iscrizione come ETS.
Si ricorda che dal 22.11.2021 sono cessate le procedure di iscrizione all’anagrafe delle Onlus, fatta eccezione per i procedimenti di iscrizione e cancellazione ancora in corso a tale data..

Decreto riaperture ed effetti sul mondo non profit

Data
31/03/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il recente DL 24/2022, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24.3.2022 in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza (31.3.2022), ha previsto un’attenuazione delle restrizioni precedentemente imposte per il contrasto alla diffusione dell’epidemia da Covid-19 anche con riguardo alle attività di associazioni e società sportive dilettantistiche ed altri enti non profit. Le principali disposizioni contenute all’interno del Decreto sono valide nel periodo che intercorre dal 01.04.2022 al 30.04.2022.
Come anche disposto con l’avviso del 25.3.2022 da parte del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri, molto interessanti sono le nuove aperture in vista della graduale eliminazione del Green Pass Base e del Green Pass Rafforzato nei rispettivi ambiti di competenza. Ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 6 e 7 del DL 24/2022 l’accesso del pubblico agli spettacoli, agli eventi e alle competizioni sportive che si svolgono al chiuso è limitato ai soli soggetti che indossano dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e sono in possesso di una delle Certificazioni Verdi Covid-19 da vaccinazione o guarigione, c.d. Green Pass Rafforzato.
Per gli spettacoli, eventi e competizioni sportive che si svolgono invece all’aperto, accanto all’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di cui sopra, sarà necessario che il pubblico sia in possesso di una delle Certificazioni Verdi Covid-19 da vaccinazione, guarigione o test, c.d. Green Pass Base..

Iscrizione al 5x1000 per Onlus e Associazioni sportive dilettantistiche entro l’11 aprile 2022

Data
30/03/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Entro il prossimo 11 aprile gli enti riconosciuti come Onlus e le Associazioni Sportive Dilettantistiche che non risultano già iscritti nell’elenco permanente dei beneficiari del 5x1000, rispettivamente disponibili nei siti istituzionali dell’Agenzia delle Entrate e del Coni, potranno avanzare la relativa istanza di accreditamento. Diversamente dagli Enti del Terzo settore, le Onlus e le ASD dovranno seguire una diversa procedura per poter beneficiare del 5x1000 dell’Irpef dei privati cittadini risultante dalla propria dichiarazione dei redditi e ad essi destinato in sede di predisposizione della stessa (modello Redditi PF / Modello 730 /scheda allegata alla Certificazione unica).
Potranno presentare quindi istanza di accreditamento:
gli enti iscritti all’Anagrafe delle Onlus, con le modalità previste per gli “enti del volontariato” (art. 1, comma 1, lett. e), DPCM 23.7.2020 e art. 9, comma 6, DL 228/2021);
le associazioni sportive dilettantistiche, affiliate ad almeno una Federazione sportiva nazionale / Ente di promozione sportiva / Disciplina sportiva associata ed iscritte nel Registro tenuto dal Coni. Queste devono disporre del settore giovanile e svolgere una prevalente attività di avviamento e formazione allo sport dei giovani di età inferiore a 18 anni, ovvero di avviamento alla pratica sportiva in favore di persone di età non inferiore a 60 anni, o ancora nei confronti di soggetti svantaggiati in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari (art. 1, comma 1, lett. e), DPCM 23.7.2020).

In scadenza al 31 marzo la ri-presentazione del Modello Eas ed il versamento dei Contributi sospesi per Covid

Data
25/03/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il modello Eas deve essere nuovamente presentato entro il 31 marzo 2022, in caso di avvenuta variazione nell’anno 2021 dei dati indicati nel modello da ultimo inviato, da parte di tutte quelle associazioni e società sportive dilettantistiche che applicano l’agevolazione rappresentata dalla de-commercializzazione delle quote e contributi associati, nonché dei corrispettivi specifici di cui all’art. 148 del Tuir e 4 del DPR 633/72. In tale evenienza il re-invio del modello richiede la compilazione dello stesso in tutti i dati richiesti, anche se non variati e già comunicati con il precedente invio..

Modello Eas in scadenza al 31 marzo 2022

Data
24/03/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e le società sportive dilettantistiche e le altre tipologie di enti associativi sono tenuti a ripresentare entro il prossimo 31 marzo il modello Eas qualora siano variati nel corso dell’esercizio 2021 le informazioni comunicate con il modello da ultimo inviato. In prima battuta il modello Eas va presentato (in forma telematica), direttamente dall’ente o avvalendosi di un intermediario abilitato, entro 60 giorni dalla data di sua costituzione.
Diverso, invece, è il caso della remissione in bonis rappresentata dalla possibilità di trasmettere tardivamente il modello pagando una sanzione amministrativa pecuniaria di euro 250,00 entro il termine di presentazione della prima dichiarazione dei redditi successiva all’omissione..

Iscrizione negli elenchi del 5x1000 entro il prossimo 11 aprile

Data
24/03/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Comitato olimpico nazionale italiano e che svolgono una rilevante attività di interesse sociale possono beneficiare del contributo del 5x1000. I privati cittadini, infatti, in sede di predisposizione della propria dichiarazione dei redditi (modello Redditi Persone Fisiche ovvero modello 730), nonché tramite specifico allegato della Certificazione unica possono destinare il 5x1000 dell’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) anche a favore degli enti sportivi dilettantistici costituiti in forma associativa. Le associazioni sportive dilettantistiche che presentano i requisiti di cui sopra potranno pertanto presentare domanda di iscrizione negli elenchi dei beneficiari del 5x1000 tramite una specifica applicazione web..

Domanda di iscrizione al 5×1000 entro l’11 aprile 2022

Data
22/03/2022
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni sportive dilettantistiche, ivi comprese quelle ciclistiche, possono accedere al contributo del 5×1000 previa presentazione di una specifica istanza ed iscrizione negli “Elenchi dei beneficiari” del 5×1000. Possono accedere all’agevolazione le associazioni sportive dilettantistiche che, affiliate alla Federazione Ciclistica Italiana e iscritte nel Registro delle Associazioni e Società sportive dilettantistiche tenuto dal Coni, sono dotate del settore giovanile e svolgono in forma prevalente (alternativamente):
- attività di avviamento e formazione allo sport dei giovani di età inferiore a 18 anni;
- avviamento alla pratica sportiva in favore di persone di età non inferiore a 60 anni;
- attività nei confronti di soggetti svantaggiati in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.
La domanda di iscrizione deve essere trasmessa mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, direttamente dall’associazione o rivolgendosi a degli intermediari abilitati (es. commercialisti, ragionieri, società di servizi, ecc.) entro e non oltre il 11.4.2022 (in quanto il termine originario del 10.4.2022 cade di domenica)..

Erogazioni liberali alle articolazioni territoriali e circoli affiliati alle “APS nazionali”

Data
19/03/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Tra le misure di favore fruibili da parte delle Associazioni di promozione sociale rientra la possibilità di riconoscere ai propri benefattori la detraibilità o deducibilità delle erogazioni liberali ricevute. Infatti, ai sensi dell’art. 83, comma 1, D. Lgs. 117/17 le persone fisiche possono portare in detrazione dalla propria Irpef una somma pari al 30% degli oneri sostenuti, sia in denaro che in natura, per le erogazioni liberali corrisposte a favore degli ETS “non commerciali” (pertanto anche Aps) per un importo complessivo in ciascun periodo d'imposta non superiore a 30.000 euro..

Attività di interesse generale delle Odv solo con rimborso spese

Data
12/03/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
e Organizzazioni di volontariato costituite in forma associativa già iscritte nei registri di cui alla L. 266/91 e attualmente in fase di trasmigrazione nel Runts non sono tenute ad aprire la partita Iva né ad emettere fattura nello svolgimento delle attività di interesse generale di cui all'art. 5 del CTS. Gli enti del Terzo settore devono esercitare, in via esclusiva o principale, una o più delle attività di interesse generale nei settori individuati dal menzionato art. 5 e possono, qualora sia previsto in statuto, svolgere attività diverse (art. 6), aventi natura secondaria e strumentale rispetto alle prime, nei limiti del D.M. 19.5.2021, n. 107..

Comunicazione erogazioni liberali Aps, Odv e Onlus in scadenza al 16 marzo 2022

Data
10/03/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Tra gli adempimenti collaterali previsti per alimentare la c.d. dichiarazione precompilata quello della comunicazione dei dati relativi alle erogazioni liberali ricevute riguarda una vasta platea di enti non profit.
Infatti, con riferimento all’anno d’imposta 2020 è stata prevista per gli enti riconosciuti quali Onlus, le Organizzazioni di volontariato iscritte nei registri di cui alla L. 266/91, le associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali, regionali e delle Provincie autonome di Trento e Bolzano previsti dall'art. 7 della L. 383/00, nonché le fondazioni e le associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica, la trasmissione all’Amministrazione finanziaria dei dati relativi alle erogazioni liberali in denaro corrisposte loro da persone fisiche..

In scadenza la Certificazione Unica 2022

Data
07/03/2022
Rivista
federciclismo.it
Le associazioni e società sportive che nel periodo d’imposta 2021 hanno erogato somme a titolo di compenso, premio, rimborso spese e indennità di trasferta forfettarie, ovvero a titolo di retribuzione per lavoratori dipendenti e assimilati o compensi per lavoro autonomo, abituale (P.Iva) o occasionale, sono tenuti entro il prossimo 16 marzo all’adempimento della Certificazione Unica (c.d. CU).
Pertanto, anche gli enti sportivi dilettantistici che hanno corrisposto tali somme durante lo scorso esercizio devono, in veste di sostituti, trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate entro il 16 marzo 2022 le certificazioni relative ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi diversi, nonché rilasciare le stesse a ciascun percipiente entro la medesima data.
In dettaglio si precisa che, entro il suddetto termine del 16 marzo, la CU..

Certificazioni uniche in scadenza al 16 marzo 2022

Data
04/03/2022
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e società sportive dilettantistiche che hanno corrisposto nell’anno 2021 somme a titolo di premi, rimborsi forfettari di spese, indennità di trasferta forfettarie e compensi ad atleti e altri collaboratori sportivi sono tenuti all’adempimento della Certificazione unica (c.d. CU) entro il prossimo 16 marzo. L’art. 67, comma 1, lett. m) e l’art. 69, comma 2 del Tuir prevede che le associazioni e società sportive affiliate ad almeno una Federazione sportiva nazionale, Ente di promozione sportiva o Disciplina sportiva associata ed iscritte nel Registro Coni possono erogare ai propri collaboratori delle somme esentasse per ciascun percipiente nel limite annuo di euro 10.000. Tali emolumenti possono essere erogati a titolo di..

Contributi a sostegno di eventi sportivi di rilevanza nazionale e internazionale

Data
19/02/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri ha emanato un avviso pubblico avente ad oggetto la selezione di richieste di contributo per il finanziamento di eventi sportivi di rilevanza nazionale e internazionale mediante l’utilizzo del “Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano”, rifinanziato con il DPCM pubblicato il 20.4.2021..

Assemblee in video fino al 31 luglio 2022

Data
14/02/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e società sportive dilettantistiche potranno svolgere, per buona parte del 2022, le riunioni dei propri organi sociali in forma alternativa agli incontri in presenza. Infatti, con il “Decreto Milleproroghe” (art. 3, comma 1, DL 228/2021) è stata ripetuta la possibilità, alla luce delle difficoltà dovute alla situazione pandemica tutt’ora in corso, di organizzare riunioni e assemblee “a distanza” anche se non previsto nei propri statuti..

Lavoro autonomo occasionale: dalla comunicazione preventiva escluse le ASD e SSD

Data
14/02/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e le società sportive dilettantistiche che si avvalgono di prestazioni di lavoro autonomo occasionale sono esentate dall’onere di comunicare preventivamente le stesse all’Ispettorato Nazionale del Lavoro competente per territorio mediante SMS o posta elettronica prima dell’inizio della prestazione. A sancire tale trattamento di favore (escludendo gli enti sportivi dilettantistici dall’adempimento in questione) è stato lo stesso INL, il quale, nel fornire ulteriori chiarimenti rispetto al precedente intervento (INL n. 29 del 11.1.2022) ha sottolineato nella FAQ n. 9 (INL n. 109 del 27.1.2022) come l’obbligo comunicazionale non deve riguardare le prestazioni di lavoro autonomo occasionale svolte in favore degli enti sportivi dilettantistici, “in quanto esso si riferisce esclusivamente ai committenti che operano in qualità di imprenditori, con conseguente esclusione delle ASD e SSD che operano senza finalità di lucro”..

Comunicazione preventiva per i collaboratori occasionali degli ETS ed Enc con P.Iva

Data
10/02/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Gli Enti del Terzo settore che svolgono esclusivamente attività non commerciale sono esclusi dall’ambito di applicazione dell’art. dell’art. 14, comma 1, del D.lgs. n. 81/2008, concernente l’obbligo di comunicazione preventiva dei rapporti di lavoro autonomo occasionale disciplinati dall’art. 2222 del Codice civile e sottoposti al regime fiscale di cui all’art. 67, comma 1, lett. l), del Tuir. L’obbligo in oggetto, introdotto a partire dal 21.12.2021 dall’art. 13 del D.L. 146/2021 (conv. dalla L. 215/2021), è previsto all’interno della disciplina in materia di sospensione dell’attività imprenditoriale ed interessa quindi esclusivamente i committenti che operano appunto in qualità di “imprenditori”. A sostegno di quanto sopra lo stesso Ispettorato Nazionale del Lavoro ha recentemente precisato (FAQ n. 1, nota 109 del 27.1.2022) come l’obbligo di comunicazione deve riguardare esclusivamente i prestatori occasionali impiegati dagli ETS che “svolgano, anche in via marginale, un’attività d’impresa”, dovendo questi provvedere con l’assolvimento dell’obbligo per i lavoratori autonomi occasionali impiegati nell’attività imprenditoriale..

Agevolazioni 2022 per il mondo sportivo dilettantistico

Data
07/02/2022
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Con la Legge 30.12.2021 n. 234 (Manovra 2022) sono state introdotte una serie di misure a sostegno del mondo sportivo, sia professionistico che dilettantistico. Un primo importante intervento introdotto dall’art. 1 della menzionata Legge ha riguardato la possibilità da parte delle associazioni e società sportive dilettantistiche di continuare ad applicare fino al 31.12.2023 la de-commercializzazione ai fini Iva delle quote di iscrizione e di frequenza versate loro da associati, soci e tesserati per la partecipazione alla attività sportive svolte così come disciplinata dall’art. 4, comma 4 del DPR 633/72. Infatti, il D.L. 146/2021, introducendo una modifica agli artt. 4 e 10 del DPR 633/72, aveva previsto con effetto dal 21.12.2021 il “passaggio” di regime per tali entrate da “escluse” a “esenti” dall’Iva. Per tale motivo associazioni e società sportive dilettantistiche, seppur non dovendo scontare l’Iva su tali quote, avrebbero comunque dovuto strutturarsi per adeguarsi ai nuovi adempimenti (apertura partita IVA, emissione di fattura anche per quote di iscrizione e frequenza, tenuta registri Iva, ecc.)..

La sospensione dei versamenti per associazioni e società sportive dilettantistiche

Data
07/02/2022
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Al fine di sostenere il mondo sportivo dilettantistico, la Manovra 2022 (L. 30.12.2021 n. 234) ha previsto per le associazioni e le società sportive dilettantistiche (e professionistiche) con domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nel territorio dello Stato italiano la possibilità di sospendere:
a) i termini relativi ai versamenti ..

Settore sportivo: versamenti fiscali e previdenziali sospesi fino al 30 aprile

Data
22/01/2022
Rivista
ipsoa.it
Autore
Enrico Savio
Versamenti sospesi fino al 30 aprile 2022 per federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche con domicilio fiscale, sede legale od operativa in Italia. Lo prevede la legge di Bilancio 2022: ritenute alla fonte, contributi previdenziali e assistenziali, premi INAIL, IVA e imposte su redditi dovranno essere versati, senza sanzioni nè interessi, in un’unica soluzione entro il 30 maggio o in 7 rate mensili (la prima entro il 30 maggio), pari al 50% del totale dovuto, e l’ultima rata a dicembre 2022 pari al valore residuo. Per il settore sportivo, sport bonus confermato anche per il 2022 e rinvio al 1° gennaio 2024 dell’entrata in vigore delle disposizioni IVA del decreto Fisco-Lavoro..

ETS e quote di frequenza: nel periodo transitorio necessari in statuto i richiami al Tuir

Data
17/01/2022
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
In attesa della piena operatività del Codice del Terzo settore gli ETS, attualmente privati di una parte considerevole delle agevolazioni fiscali legate all’iscrizione nel Runts, possono applicare in via transitoria una serie di disposizioni proprie degli enti associativi non lucrativi previste nel Tuir.
Tra queste, una misura di particolare interesse riguarda la possibilità per determinate tipologie di enti associativi di de-commercializzare (artt. 148 del Tuir) i corrispettivi specifici versati per la partecipazione alle attività istituzionali da parte di associati e tesserati..

LE SORTI DELLE ONLUS SPORTIVE DILETTANTISTICHE ALLA LUCE DELLE RIFORME DEL TERZO SETTORE E DELLO SPORT.

Data
14/01/2022
Rivista
giustiziasportiva.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute anche come Onlus saranno chiamate nei prossimi mesi ad assumere delle scelte fondamentali per il loro futuro rappresentate sia dalla decisione di “entrare” (o meno) nel sistema Runts/Terzo settore sia di ottenere il riconoscimento di “nuovo” ente sportivo dilettantistico..

Cosa rischiano le associazioni con l’introduzione dell’esenzione Iva

Data
22/12/2021
Rivista
cantiereterzosettore.it
Autore
Enrico Savio
Il mondo associativo è stato interessato nelle ultime settimane da un vero e proprio tsunami in materia di applicazione dell’Iva. Infatti, al fine di superare la procedura di infrazione comunitaria (n. 2008/2010), l’art. 4 del Dpr 633/72 è stato oggetto di un recente aggiornamento che ha comportato il “passaggio” di una serie di attività già svolte dagli enti associativi in regime di “esclusione” a quello di “esenzione” dall’Iva: la modifica, seppur mantenendo invariata la neutralità delle operazioni sotto il profilo di applicazione dell’imposta (essendo l’utente finale non inciso dall’Iva), prevede una serie di nuovi adempimenti di carattere contabile e fiscale (in primis l’apertura della partita Iva) . Tuttavia, la novità introdotta con il dl 146/2021, che dovrebbe entrate in vigore dal 1° gennaio 2022, è già oggetto, a stretto giro, di un’ulteriore modifica atta a neutralizzare di fatto le nuove regole con posticipo delle stesse al 2024.
Cosa prevede l’esclusione Iva? Cosa cambierebbe con il nuovo regime? Ecco alcune risposte..

Enti sportivi: il Coni “condona” l’iscrizione nel Registro in assenza delle attività sportive e didattiche

Data
21/12/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il Consiglio Nazionale del Coni n. 286 ha deliberato il mantenimento dell’iscrizione e dei relativi rapporti di affiliazione per le associazioni e società sportive dilettantistiche, regolarmente iscritte al Registro Nazionale alla data del 31.12.2021, seppur prive dell’attività sportiva e didattica da svolgersi nell’ambito istituzionale dell’organismo sportivo di appartenenza riferita al 2021. Il regolamento di funzionamento del Registro delle associazioni e società sportive dilettantistiche, approvato con deliberazione del Consiglio Nazionale del Coni n. 1575/2021, agli artt. 2 e 3 prevede, tra i requisiti di iscrizione, lo svolgimento da parte di ASD/SSD di comprovata attività sportiva, didattica e formativa nell’ambito del proprio ente di affiliazione, sia esso una Federazione Sportiva Nazionale, un Ente di Promozione Sportiva o una Disciplina Sportiva Associata..

Contributo attività chiuse: scarti per gli intermediari Entratel non delegati al Cassetto fiscale

Data
18/12/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Con il Provvedimento n. 336196 del 29.11.2021 l’Agenzia delle Entrate ha definito contenuto, modalità e termini per la richiesta di un contributo economico a fondo perduto per le attività che sono state soggette ad un periodo di chiusura di cui agli artt. 2, DL 73/2021 e 11, DL 105/2021 (in particolare sale da ballo, discoteche e simili). Dal 02.12.2021 al 21.12.2021 gli enti interessati, in autonomia ovvero tramite un intermediario abilitato, potranno predisporre l’istanza di contributo tramite l’apposito applicativo reperibile dal sito dell’Agenzia delle Entrate e trasmetterla esclusivamente mediante il c.d. Desktop telematico..

Contributo di € 800 per associazioni e società sportive dilettantistiche privi di contratti di locazione

Data
04/12/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
La Presidenza del Consiglio dei ministri, tramite il Dipartimento per lo Sport, ha previsto una serie di importanti misure per il sostegno del mondo sportivo nella forma di contributi a fondo perduto, tra i quali la possibilità di richiedere un sostegno economico legato al numero di tesserati in essere al 15.10.2021..

In arrivo i nuovi contributi da parte del Dipartimento per lo Sport

Data
22/11/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Da lunedì 22.11.2021 alle 16:00 e fino alle 16:00 del 30.11.2021, le associazioni e società sportive affiliate FCI, qualora conduttrici di contratti di locazione di immobili ad uso non abitativo o concessionari di un impianto pubblico sportivo o di area demaniale, potranno accedere ad un contributo economico (pari ad una mensilità del canone) se in possesso dei seguenti requisiti..

Nuovi contributi per lo sport (novembre 2021) In arrivo i nuovi contributi da parte del Dipartimento per lo Sport.

Data
22/11/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri ha deliberato l’erogazione di una serie di nuovi contributi a sostegno di associazioni e società sportive dilettantistiche, tra le quali rientrano anche le ASD/SSD ciclistiche. Una prima serie di misure di supporto economico è rappresentata dai contributi che saranno erogati in forma “automatica” e legati alle istanze già presentate nel corso dell’anno 2020. Infatti, per tutti quei soggetti che avevano già beneficiato del c.d. contributo canoni di locazione è previsto l’accredito, senza dover fare alcunché (se non comunicare eventuali variazioni del proprio Iban) di un contributo pari a 1,5 mensilità di canone locativo entro un range tra € 2.200 ed € 30.000. Nella medesima logica, per quanti (diversi dai soggetti precedenti) avessero già beneficiato nel 2020 del c.d. contributo forfettario è previsto un bonifico di € 2.200..

Nuovi contributi del Dipartimento per lo Sport

Data
22/11/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri ha deliberato l’erogazione di una serie di nuovi contributi a sostegno di associazioni e società sportive dilettantistiche, tra le quali rientrano anche le ASD/SSD ciclistiche

Enti sportivi dilettantistici e mutuo liquidità dubbi interpretativi sul parametro di riferimento

Data
20/11/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
L’Istituto per il Credito Sportivo, in risposta alla situazione di crisi settoriale derivante dalla diffusione del virus “Covid-19”, ha introdotto una serie di strumenti di sostegno al mondo sportivo tramite finanziamenti agevolati a medio-lungo termine definiti “mutui liquidità”.
Tra queste misure, destinate a soddisfare le esigenze finanziarie di associazioni e società sportive dilettantistiche, si vuole focalizzare l’attenzione su “Mutuo Liquidità 30K” e “Mutuo Liquidità 300K”..

Aps e attività diverse: applicabilità della L. 398/91 nel 2022 anche con iscrizione al Runts

Data
13/11/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni di promozione sociale sono state interessate da una serie di importanti novità nell’ultimo biennio, tra le quali si ricorda il recentissimo D.D. 561/2021, che ha completato la regolamentazione degli aspetti operativi contenuta nel D.M. 15.9.2020 per il funzionamento del Runts, nonché l’emanazione del D.M. 19.5.2021 in tema di “attività diverse”. Nel corso dell’attuale periodo transitorio, caratterizzato dal progressivo” abbandono” della L. 383/00 e della disciplina fiscale connessa, le Aps si trovano spesso a dover interpretare e attingere a norme “superate” per colmare i vuoti lasciati dal CTS per effetto dei rinvii dell’applicazione dello stesso a decreti e autorizzazioni non ancora pervenuti. Ciò premesso, un primo punto fermo è stato dato dall’emanazione del D.D. 561/2021, con il quale il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha scadenzato, tra l’altro, le fasi relative alla trasmigrazione delle Aps iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali al Runts, nonché dettato tempi e modi per le nuove iscrizioni nello stesso..

Odv, Runts e attività diverse, difficoltà applicative nel periodo transitorio

Data
12/11/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Le Odv che alla data del 22.11.2021 risultino iscritte nei registri delle organizzazioni di volontariato istituiti ai sensi dell’art. 6, L. 266/91 in ambito regionale e provinciale (Trento e Bolzano) trasmigreranno automaticamente nella sezione del Runts alle stesse dedicata. A completamento dei casi che si potranno presentare, lo stesso D.D. 561/2021 ha previsto che a decorrere dal 24.11.2021 le nuove Odv dovranno presentare la richiesta di iscrizione non più agli attuali registri di cui sopra, bensì direttamente al Runts tramite una specifica procedura telematica. Tuttavia, anche dopo l’operatività del nuovo Registro e l’iscrizione nello stesso, le Odv, fino all’esercizio successivo a quello di ottenimento dell'autorizzazione della Commissione europea (art. 101, comma 10 del CTS) non potranno applicare per intero la “propria” disciplina contenuta nel Codice: queste, azzoppate dall’impossibilità di applicare da subito agevolazioni e regimi fiscali alle stesse dedicati, dovranno attingere alle disposizioni sulle “vecchie” Odv, con ovvi problemi di compatibilità..

Aps, Odv e Onlus: cosa cambia con l'avvento del Runts

Data
09/11/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
L’avvento del Runts, seppur rappresentando un importante passo in avanti nel percorso di completamento della riforma del Terzo settore, allo stato attuale e senza l’ottenimento dell’autorizzazione comunitaria relativa all’applicazione del Titolo X del CTS, avrà un impatto particolarmente limitato per Aps, Odv e Onlus. Le Aps e le Odv rientrano tra gli enti espressamente individuati all’art. 4, comma 1 del CTS come Enti del Terzi settore qualora svolgenti, in via esclusiva o principale, una o più delle attività di interesse generale di cui all’art. 5 e risultino iscritti nel Runts. In attesa della creazione e operatività del nuovo Registro, è stata garantita per Odv, Aps e Onlus il mantenimento del proprio status, con le relative agevolazioni, qualora fosse soddisfatto il requisito dell’iscrizione nei registri degli enti del volontariato, di promozione sociale e nell’Anagrafe delle Onlus (con il solo limite di dover provvedere con l’adeguamento del proprio statuto al Codice entro e non oltre il 31.5.2022)..

Enti sportivi dilettantistici con regole ad hoc per rendicontare il 5 per mille Non applicabili alle ASD le Linee guida predisposte dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali

Data
08/11/2021
Rivista
eutekne.it
Autore
Enrico Savio
Gli enti sportivi dilettantistici costituiti in forma associativa rientrano a pieno titolo tra i soggetti destinatari del contributo del 5 per mille dell’IRPEF delle persone fisiche qualora siano iscritti nello specifico elenco degli enti beneficiari e svolgano attività “socialmente meritorie”.
Ai sensi dell’art. 3, comma 1 del DLgs. 111/2017 e della disciplina del DPCM 23 luglio 2020, le associazioni sportive dilettantistiche, affiliate ad almeno una Federazione sportiva nazionale, Ente di promozione sportiva o Disciplina sportiva associata e riconosciute ai fini sportivi dal CONI per effetto dell’iscrizione nel Registro dallo stesso tenuto, possono presentare tramite uno specifico software messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (e linkabile anche dal sito del CONI) la domanda d’iscrizione per accedere al contributo del 5 per mille entro il 10 aprile di ogni anno..

Linee guida per eventi e competizioni sportive

Data
18/10/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Assieme alle Linee Guida per la ripresa dell’attività sportiva e motoria in genere, il Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha recentemente pubblicato sul proprio sito istituzionale le nuove Linee Guida, aggiornate al 08.10.2021, per l’organizzazione di eventi e competizioni sportive. Recepite le raccomandazioni del Comitato tecnico-scientifico e stanti le disposizioni di settore vigenti, le presenti Linee Guida si applicano quindi per l’organizzazione di eventi e competizioni, all’aperto e al chiuso, per i quali la normativa vigente consente il loro svolgimento e la relativa presenza di pubblico. In relazione alla mutata disciplina, gli enti dovranno provvedere con l’aggiornamento dei propri protocolli di contrasto al Covid-19, adottati nel rispetto delle indicazioni fornite dalle FSN/DSA/EPS di riferimento, i quali avranno necessariamente ad oggetto..

Aggiornate le Linee guida per le attività motorie e sportive di base

Data
09/10/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha recentemente aggiornato, in data 04.10.2021, le Linee Guida per la ripresa in sicurezza delle attività motorie e sportive di base. Tutti coloro che gestiscono siti sportivi, centri di attività motoria, palestre e piscine (o che comunque ne abbiano la responsabilità), a qualsiasi titolo, dovranno rispettare tali linee guida e, se necessario, ulteriori misure o protocolli per le singole discipline sportive praticate così come definiti dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate ed Enti di promozione sportiva..

La distinzione tra associato, socio e tesserato sportivo

Data
07/10/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Nell’ambito di associazioni e società sportive dilettantistiche si è soliti utilizzare le dizioni di “associato”, “socio” o “tesserato” quali sinonimi anche se nella realtà dei fatti si riferiscono a tre ben diverse tipologie di rapporto.

L’essere associato o socio sostanzia un rapporto tra una persona (nel nostro caso tra una persona fisica) e, rispettivamente, un’associazione o una società sportiva dilettantistica e da esso derivano una serie di diritti (partecipare alle decisioni che interessano la vita dell’ente, essere informato sui fatti di gestione, poter esercitare il voto in assemblea, ecc.) e di doveri (pagamento della quota associativa annuale o della quota del capitale sociale sottoscritta in sede di costituzione della società, contribuire con il proprio operato al perseguimento degli scopi statutari, ecc.)..

5x1000: approvati i nuovi schemi di rendiconto

Data
29/09/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
A partire dal contributo del 5x1000 dell’Irpef relativo all’anno finanziario 2020 gli enti percipienti tali somme da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dovranno applicare gli schemi pubblicati con il D.D. 488/2021. Per i contributi in oggetto erogati dal MLPS, ai sensi dell’art. 16, comma 1 del DPCM 23/07/2020, sono stati infatti emanati i nuovi modelli di rendiconto da utilizzare sia in via ordinaria che in caso di accantonamento del contributo, unitamente alle linee guida per la loro compilazione e per la predisposizione della relativa relazione accompagnatoria. Con tale provvedimento, seguito al DPCM 23/07/2020, può quindi considerarsi concluso il processo di riforma del 5x1000 avviato dal D.Lgs. 111/2017..

Assemblea degli associati e Consiglio direttivo: composizione e funzioni

Data
28/09/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni sportive dilettantistiche rappresentano degli enti di diritto privato, senza scopo di lucro, disciplinati dal Codice civile e dall’art. 90 della Legge 289/2002.

Tali enti sono definiti anche come “enti di persone” sostanziandosi in un aggregato di persone organizzate al fine di perseguire gli scopi previsti nello statuto (nel nostro caso l’avvio e/o la pratica del ciclismo, l’organizzazione di manifestazioni ciclistiche, ecc.)..

Pubblicità e sponsorizzazioni: buone prassi

Data
22/09/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni, anche non sportive, dotate di Partita Iva e le società sportive dilettantistiche possono intrattenere con Imprese, Società e Lavoratori autonomi dei rapporti commerciali di sponsorizzazione e/o prestazione di servizi pubblicitari.

Sotto il profilo fiscale la distinzione tra pubblicità e sponsorizzazione non ha molta rilevanza in capo all’associazione o società che viene sponsorizzata, essendo i proventi derivanti da tali rapporti, sempre e comunque, qualificati come “proventi commerciali”, da tassare sotto il profilo delle imposte dirette (Ires e Irap) e dell’Iva..

Assemblee in video fino al 31 dicembre 2021

Data
08/09/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Società e associazioni sportive dilettantistiche potranno ancora svolgere, in alternativa alle ordinarie modalità “in presenza” (qualora vengano rispettati i protocolli anti-contagio da Covid-19), le assemblee in videoconferenza. Tale facoltà, prevista già dall’art. 106 del D.L. 18/2020 per le riunioni assembleari di società di capitali, cooperative, associazioni e fondazioni, è stata prorogata da parte dell’art. 6 del D.L. 105/2021 per tutte le assemblee di soci e associati da tenersi fino al 31 dicembre 2021..

Associazioni sportive dilettantistiche: chi amministra risponde dei debiti tributari

Data
24/08/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Nelle associazioni sportive dilettantistiche e, più in generale, negli enti associativi privi di personalità giuridica, chi dispone della direzione e gestione del sodalizio è chiamato a rispondere delle obbligazioni, anche di carattere tributario, in solido con il circolo stesso. È ormai noto che nell’ambito delle associazioni non riconosciute la qualifica di “rappresentante legale” ovvero l’assunzione di altre cariche in seno all’organo amministrativo non costituiscono un presupposto automatico (e autonomo) di responsabilità personale, solidale ed illimitata di natura civilistica (cfr. art. 38 del Codice civile), in quanto tale incombenza ricade esclusivamente su coloro che abbiano effettivamente svolto l’attività negoziale causa dello specifico rapporto obbligatorio fra l'ente ed i terzi..

Contributo a fondo perduto dalla Regione Veneto per associazioni sportive iscritte al REA

Data
26/07/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
La Regione Veneto ha recentemente pubblicato un nuovo interessante bando per la concessione di ristori ad alcune categorie soggette a restrizioni in relazione all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Al fine di sostenere le attività promosse dagli enti delle filiere cultura e sport colpiti dalle restrizioni anti-contagio, la Regione ha stanziato una dotazione finanziaria di 6.000.000,00 euro da ripartire in forma di contributo a fondo perduto per il numero di domande presentate e ritenute ammissibili.

Per quanto di nostro interesse, potranno quindi avanzare la richiesta in oggetto..

Spese per attività sportive da indicare nei modelli Redditi PF e 730

Data
19/07/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il legislatore ha previsto per le persone fisiche che versano delle somme a favore di associazioni e società sportive dilettantistiche la possibilità di portare le stesse in detrazione o deduzione in sede di dichiarazione dei redditi. I contribuenti che, nel corso dell’anno 2020, hanno sostenuto degli oneri come di seguito specificati potranno quindi potenzialmente “recuperare” una parte degli stessi indicandoli nel proprio modello Redditi o nel modello 730 riferito al periodo d’imposta 2020. Tra le spese di maggior interesse per i lettori del presente contributo si menzionano..

Rinvio termini sanzionatori pubblicazione contributi pubblici Pubblicazione on-line di contributi pubblici e altri aiuti di Stato entro il 30/06/2021 con sanzioni posticipate al 2022

Data
01/07/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
I contributi economici e gli aiuti di qualsiasi tipo ricevuti dalle associazioni e società sportive dilettantistiche da parte della Pubblica Amministrazione rispondono a precisi obblighi pubblicitari, al fine di garantire la massima trasparenza verso i cittadini in merito all’impiego delle risorse pubbliche.

Pertanto, coloro che hanno infatti ricevuto sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro i in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, in misura complessivamente considerata maggiore o uguale a 10.000 euro annui hanno l’obbligo di pubblicare nei propri siti o portali digitali le relative informazioni entro il 30.06 dell’anno successivo rispetto a quello del loro incasso/fruizione..

Pubblicazione on-line di contributi pubblici e altri aiuti di Stato entro il 30/06/2021 con sanzioni posticipate al 2022

Data
30/06/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
I contributi economici e gli aiuti di qualsiasi tipo ricevuti dalle associazioni e società sportive dilettantistiche da parte della Pubblica Amministrazione rispondono a precisi obblighi pubblicitari, al fine di garantire la massima trasparenza verso i cittadini in merito all’impiego delle risorse pubbliche. Pertanto, coloro che hanno infatti ricevuto sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro i in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, in misura complessivamente considerata maggiore o uguale a 10.000 euro annui hanno l’obbligo di pubblicare nei propri siti o portali digitali le relative informazioni entro il 30.06 dell’anno successivo rispetto a quello del loro incasso/fruizione..

ETS: registro dei volontari con vidimazione obbligatori anche per le APS

Data
16/06/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Non sono finiti gli ostacoli per i futuri ETS: tra i ritardi nella costituzione del Runts, i rallentamenti da parte degli uffici regionali nella valutazione delle domande di iscrizione agli attuali registri degli enti di promozione sociale e del volontario e l’ulteriore proroga dei termini per gli adeguamenti statutari al CTS, un nuovo adempimento, già noto alle Odv, viene posto a carico delle Associazioni di promozione sociale. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali lo scorso 28 maggio (nota n. 7180/2021) ha infatti precisato l’obbligo di tenuta del registro dei volontari per tutti gli ETS (attualmente APS e ODV) secondo le regole finora applicate dalle Organizzazioni di volontariato..

Credito d’imposta locazioni anche per società sportive dilettantistiche Regole differenziate a seconda del periodo interessato e delle attività svolte

Data
15/06/2021
Rivista
eutekne.it
Autore
Enrico Savio
Gli enti sportivi dilettantistici costituiti in forma societaria rientrano a pieno titolo tra i soggetti beneficiari della misura agevolativa denominata “credito d’imposta locazioni” prevista dall’art. 28 del DL 19 maggio 2020 n. 34 e successivamente estesa temporalmente dagli artt. 8 e 8-bis del DL 28 ottobre 2020 n. 137. In dettaglio, ai sensi del richiamato art. 28 l’agevolazione si sostanzia, per quanto di nostro interesse, nel riconoscimento di un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione, di leasing o di concessione o sub-locazione (pagato) per le mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020 per coloro che, non avendo avuto ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro nel periodo di imposta precedente, hanno utilizzato l’immobile nell’esercizio di attività anche commerciali e che hanno subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del periodo di imposta precedente..

Le novità del Decreto Sostegni-bis per il mondo sportivo e gli enti non profit (Seconda parte)

Data
15/06/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Per il mondo dello sport importante è stato il rinnovo previsto dal DL 73/2021 (art. 44) delle indennità per i collaboratori impegnati in rapporti “non lavorativi” bensì qualificabili come “sportivi dilettantisti” presso il CONI, il CIP, Federazioni sportive nazionali, Enti di promozione sportiva e Discipline sportive associate, nonché con associazioni e/o società sportive dilettantistiche che, a causa dell’emergenza epidemiologica in corso, hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività. L’emolumento in oggetto, erogato come di consuetudine da Sport e Salute spa, precluso per tutti quei soggetti già titolari di altra forma di reddito di lavoro, di cittadinanza o di reddito di emergenza e delle prestazioni di cui agli artt. 19 (trattamento ordinario di integrazione salariale e assegno ordinario), 20 (integrazione salariale per le aziende che si trovano già in Cassa integrazione straordinaria), 21 (assegno ordinario per i datori di lavoro che hanno trattamenti di assegni di solidarietà in corso), 22 (Cassa integrazione in deroga), 27 (Indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa), 28 (Indennità lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell'Ago), 29 (Indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali), 30 (Indennità lavoratori del settore agricolo), 38 (Indennità lavoratori dello spettacolo) e 44 (reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus COVID-19) del DL 18/2020, non concorre alla formazione del reddito del soggetto percipiente..

Le novità del Decreto Sostegni-bis per il mondo sportivo e gli enti non profit (Prima parte)

Data
12/06/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
È stato previsto il riconoscimento di un contributo a fondo perduto per i soggetti maggiormente colpiti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, ulteriore rispetto ai contributi sul calo fatturato. Ai sensi dell’art. 1, comma 16 e seguenti del DL 73/2021 spetta un contributo economico ai soggetti esercenti attività d’impresa (quindi anche associazioni e società sportive dilettantistiche, comitati, fondazioni ed enti associativi in genere dotati di partita Iva) non aventi ricavi o compensi superiori a 10 milioni di euro nel secondo periodo d’imposta antecedente a quello in entrata in vigore del decreto e che hanno subito un peggioramento economico (proventi da attività commerciali) dell’esercizio in corso al 31.12.2020 rispetto a quello del periodo d’imposta in corso al 31.12.2019 in misura pari o superiore alla percentuale che sarà individuata dal MEF con apposito decreto..

BILANCI E RENDICONTI 2020: ATTENZIONE ALLA DOPPIA SCADENZA DEL 29/6 E DEL 31/7

Data
10/06/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Associazioni e società sportive dilettantistiche devono predisporre e approvare annualmente un documento riepilogativo dei fatti di gestione, esplicitando in modo differenziato le voci afferenti alla gestione istituzionale rispetto a quelle relative alle attività commerciali svolte. Se per gli enti associativi tale prospetto potrà assumere, nel rispetto delle previsioni statutarie e della discrezionalità dell’organo amministrativo, la forma di rendiconto redatto secondo il criterio di cassa (entrate/uscite) ovvero di bilancio (criterio di competenza), per le società sportive dilettantistiche costituite in forma di società di capitali si dovrà trattare di un vero e proprio bilancio redatto secondo criteri e schemi previsti dal Codice civile. Che si tratti di rendiconto di gestione o di bilancio, questo dovrà essere approvato dall’assemblea degli associati o dei soci nei tempi e modi previsti dalla legge e dallo statuto..

LE NOVITÀ DEL DECRETO SOSTEGNI-BIS PER ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE

Data
09/06/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Il Decreto Sostegni-Bis (DL 73/2021), pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 25 maggio, ha introdotto importanti misure agevolative a favore del mondo sportivo e degli enti non lucrativi, nell’ottica di sostenere un settore che è stato fortemente colpito dalle limitazioni introdotte per contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19..

Le modifiche al DL Sostegni e l’impatto sul mondo sportivo

Data
31/05/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
La conversione del Decreto Sostegni (DL 41/2021), avvenuta con L. 21.5.2021, n. 69, ha apportato modifiche e integrazioni alle precedenti disposizioni con effetti significativi anche per il mondo dello sport.

Un primo intervento riguarda infatti l’incremento di 50 milioni di euro del Fondo unico per il sostegno delle associazioni e società sportive dilettantistiche per il 2021, da destinare ai circoli sportivi in forma di contributo a fondo perduto in caso di sospensione delle proprie attività: le modalità e i termini delle presentazioni delle domande (così come le procedure di verifica, di controllo e di rendicontazione) verranno individuati con un successivo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri entro il prossimo 21 Giugno.

La Legge in commento ha inoltre posticipato la decorrenza della Riforma dello sport..

Conversione del DL Sostegni e le novità per il mondo non profit

Data
29/05/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
La conversione del Decreto Sostegni (DL 41/2021), avvenuto con Legge 21.5.2021 n. 69, ha introdotto significative novità per il mondo dello sport, del Terzo Settore e delle associazioni in generale. Al fine di sostenere le attività teatrali e spettacolistiche dal vivo, anche ad associazioni, comitati e fondazioni dotate della Partita Iva e che hanno subito una riduzione del fatturato 2020 di almeno il 20% rispetto all’anno 2019 (quindi il riferimento è rivolto alle sole attività commerciali), viene riconosciuto un contributo straordinario in forma di credito d’imposta pari al 90% per le spese sostenute per la realizzazione delle proprie attività nell’anno 2020. Il credito d’imposta spetta anche se le relative attività risultano essere state svolte mediante l'utilizzo di sistemi digitali per la trasmissione di opere dal vivo, quali rappresentazioni teatrali, concerti, balletti..

L’importanza dell’iscrizione annuale nel Registro Coni

Data
21/05/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e società ciclistiche affiliate alla Federazione Ciclistica Italiana devono iscriversi e rinnovare annualmente l’iscrizione nel Registro delle associazioni e società sportive tenuto dal Coni. Tale Registro, strutturato in una parte riservata a ciascuna associazione e società sportiva ivi risultante (con accesso mediante specifici User e Password rilasciata all’atto d’iscrizione) e in una parte pubblica di libera consultazione (https://www.coni.it/it/registro-societa-sportive.html), permette di avere conoscenza di quali sono le associazioni e società fiscalmente qualificabili come “sportive dilettantistiche”. Infatti, la mancata iscrizione e rinnovo annuale della propria presenza in tale Registro avrà l’automatica conseguenza di non poter applicare le agevolazioni fiscali e le semplificazioni riservate al mondo sportivo dilettantistico..

Bando della Regione Veneto per contributi a favore di iniziative di promozione per la pratica sportiva

Data
21/05/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Con il Comunicato n. 940 del 18.5.2021 la Regione Veneto ha reso note alcune prime importanti notizie circa il prossimo Bando “Lo sport riapre. Contributi per la pratica motoria e sportiva 2021”, volto al sostegno della ripresa delle attività motorie e sportive e del quale tuttavia si aspettano ulteriori precisazioni con la prossima pubblicazione sul BUR della Regione Veneto. Verranno quindi messi a disposizione dei fondi, che ad oggi ammontano ad € 400.000 (ma che potranno essere incrementati con ulteriori risorse nel corso dell’esercizio finanziario 2021), i quali verranno destinati in forma di contributo alle associazioni e società sportive dilettantistiche che hanno sede in Veneto e sono costituite da almeno un biennio alla data di presentazione della domanda..

AGGIORNAMENTI SULL’OBBLIGO DI ISCRIZIONE AL REGISTRO CONI PER ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE

Data
20/05/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e società sportive dilettantistiche, per essere considerate tali, devono procedere annualmente all’affiliazione presso una Federazione Sportiva nazionale, Ente di promozione sportiva o Disciplina sportiva associata e all’iscrizione nel Registro delle Associazioni e società sportive tenuto dal Coni. Per quanto di nostro interesse le associazioni e società ciclistiche dilettantistiche dovranno affiliarsi alla F.C.I., per il tramite del Comitato territoriale di riferimento della propria sede legale e procedere successivamente all’iscrizione presso il Registro Coni. A partire dall’anno 2019, seppur non previsto per legge, sussiste l’obbligo di dotarsi di uno statuto che sia almeno registrato presso un ufficio territoriale (a scelta dell’ente) dell’Agenzia delle Entrate..

Allentate le maglie per le attività dei circoli sportivi, culturali e ricreativi

Data
20/05/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il recente Decreto-Legge n. 65/2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 18.05.2021 e recante misure urgenti relative all’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha finalmente dato respiro anche ai circoli sportivi, culturali e ricreativi i quali, ormai da diversi mesi, avevano subito l’interruzione delle proprie attività “in presenza”. Oltre alle novità in merito ai limiti orari per gli spostamenti (il “coprifuoco” in zona gialla viene infatti posticipato a partire dal 18.05.2021 alle ore 23:00, dal 07.06.2021 alle ore 24:00 ambedue fino alle ore 5:00, mentre dal 21.06.2021 sarà eliminato), che rendono i più agevole lo svolgimento e il rientro dagli allenamenti e dalla attività sportive serali, è stata normata la riapertura di una serie di attività commerciali e di diverso genere..

DL n. 65 del 18 maggio: ripartono le manifestazioni non agonistiche

Data
19/05/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il D.L. n. 65, pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 18.05.2021, riapre finalmente le porte agli eventi e alle competizioni di carattere non agonistico, nonché al pubblico. Come precisato anche nell’ultima FAQ pubblicata in data odierna sul sito del Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in zona gialla possono riprendere all’aperto anche gli eventi e le competizioni non agonistiche nel rispetto del Protocollo di contrasto al COVID-19 adottato per la specifica disciplina sportiva. Inoltre, per tutte le manifestazioni sportive dal 1° giugno è anche consentita la presenza di pubblico all’aperto e dal 1° luglio anche al chiuso..

PIANO SCUOLA ESTATE 2021

Data
11/05/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il Ministero dell’Istruzione – Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione – si è impegnato a sviluppare diversi progetti a favore delle realtà locali con il fine di cercare di contrastare le problematiche e le difficoltà insorte a causa dell’emergenza epidemiologica tutt’ora in corso, che hanno impedito il regolare svolgimento di una normale attività educativa..

Associazioni sportive dilettantistiche e 5×1000

Data
06/05/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
La recente riforma del 5×1000 ha apportato importanti novità in termini di rendicontazione delle modalità di utilizzo del suddetto contributo ricevuto da parte degli Enti iscritti negli “elenchi dei beneficiari del 5×1000”, tra i quali rientrano anche le Associazioni sportive dilettantistiche (ASD).
Dal 5×1000 sono invece sempre escluse le Società sportive dilettantistiche (SSD) costituite in forma di SRL e SPA.
Tutti coloro che si sono visti erogare delle somme a titolo di 5×1000, infatti, hanno l’obbligo di redigere entro un anno dall’accredito sul conto corrente dell’associazione..

Riforma dello sport: cosa cambia per i rimborsi spese ai dipendenti pubblici

Data
03/05/2021
Rivista
ipsoa.it
Autore
Enrico Savio
Nell’ambito della Riforma dello sport, il D.Lgs. n. 36/2021 introduce rilevanti modifiche anche per quanto riguarda i compensi che i pubblici dipendenti potranno percepire per le attività svolte a favore delle società e associazioni sportive dilettantistiche dal 1° luglio 2022. Più precisamente, le nuove regole, da un lato, estendono ai pubblici dipendenti la possibilità di ricevere somme anche a titolo di premi e compensi, oltre che di rimborsi spese, dall’altro, precludono agli stessi la possibilità di percepire nel medesimo anno emolumenti eccedenti 10.000 euro, pena la riqualificazione del rapporto di collaborazione come “lavoro sportivo”.
La Riforma dello sport ha previsto importanti novità anche in relazione agli emolumenti che i pubblici dipendenti potranno percepire per le attività svolte nell’ambito dei circoli sportivi dilettantistici a partire dal 1° luglio 2022.

L’impatto del Decreto Riaperture sul mondo non profit

Data
29/04/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il Decreto-legge n. 52/2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22.04.2021 e riportante misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali, nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell'epidemia da Covid-19, ha introdotto importanti e positive novità anche per gli enti sportivi e non profit in genere..

Riconoscimento sportivo nullo in assenza di attività sportiva e didattica L’iscrizione nel Registro CONI richiede lo svolgimento congiunto di entrambe le attività

Data
27/04/2021
Rivista
eutekne.it
Autore
Enrico Savio
Ai sodalizi sportivi sarà preclusa la permanenza nel Registro delle associazioni e società sportive dilettantistiche tenuto dal CONI qualora non siano in grado di dimostrare l’esercizio congiunto di attività sia sportive che didattiche. Tale principio, che rischia di scatenare uno tsunami nel mondo sportivo dilettantistico, è previsto dalla decisione n. 29/2021 del Collegio di Garanzia dello Sport dello scorso 29 marzo, il quale, a Sezioni Unite, ha respinto il ricorso di un’associazione sportiva dilettantistica avverso la cancellazione della stessa dal menzionato Registro..

Effetti del decreto "Riaperture" sul mondo sportivo

Data
25/04/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il Decreto, che entra in vigore dal 26 aprile, reca significativi elementi di novità, rispetto all’impianto normativo attualmente vigente, di interesse anche per il mondo sportivo..

Terzo settore, dai commercialisti la versione aggiornata del documento su elementi professionali e criticita’ della riforma

Data
23/04/2021
Rivista
press-magazine.it
Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili pubblica insieme alla Fondazione Nazionale dei Commercialisti la terza versione della Circolare “Riforma del Terzo settore: elementi professionali e criticità operative”. Il contributo del Consiglio nazionale si pone come un riferimento tecnico ed operativo..

Associazioni culturali alla chiamata del 2x1000 entro il 26 aprile 2021

Data
23/04/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il prossimo 26 aprile scade il termine ultimo per l’iscrizione ai registri del 2x1000 da parte delle associazioni culturali.
Il Decreto Agosto (DL 104/2020) ha infatti reintrodotto con l’art. 97-bis, anche per l’anno finanziario 2021, la possibilità per i contribuenti persone fisiche di destinare il 2x1000 della propria Irpef alle associazioni aventi finalità culturali e iscritte in uno specifico elenco istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri..

Sportello Fiscale

Data
22/04/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
La Federazione Ciclistica Italiana, considerata la complessità della materia fiscale e contabile e la necessità di sostenere anche in tale ambito le associazioni e società affiliate, nonché i propri Comitati Regionali e Provinciali, ha creato un nuovo servizio denominato "Sportello fiscale"..

Assemblee di approvazione dei bilanci per Associazioni e Società Sportive entro il 29/06/2021

Data
14/04/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Associazioni e società sportive dilettantistiche, al fine di ovviare alle limitazioni previste dalla disciplina emergenziale legata al Covid-19, potranno svolgere le proprie assemblee anche in modalità alternative a quella in presenza nonché posticipare l’approvazione dei propri bilanci o rendiconti dell’anno 2020 entro il prossimo 29 giugno. I sodalizi sportivi, tra i quali rientrano le associazioni e società affiliate alla Federazione Ciclistica Italiana, potranno infatti fruire di una serie di semplificazioni inerenti modalità e tempistiche per lo svolgimento delle prossime assemblee..

Le attività ricreative tra le maglie delle restrizioni

Data
13/04/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Il Decreto sostegni ha “temporaneamente” sospeso le attività convegnistiche, i congressi e ogni altro tipo di evento similare caratterizzato dall’aggregazione di individui, prediligendo l’utilizzo delle modalità audio/video per il loro svolgimento a distanza (art. 13). Sono altresì sospese le attività teatrali e simili (art. 15), le attività dei centri culturali, centri sociali e centri ricreativi, le attività delle sale da ballo, discoteche e locali assimilati, a prescindere che si tratti di attività in luogo chiuso o all’aria aperta. .
Tuttavia, stante le chiusure sopra indicate, così come era già stato previsto dal DPCM 24.10.2020, all’art. 1, comma 9, lett. c), sembra persistere la possibilità di svolgere in presenza “attività ludiche, ricreative ed educative” con la partecipazione di bambini e ragazzi, qualora siano rispettati specifici requisiti..

Enti sportivi e volontariato: iscrizione al 5 per mille in scadenza al 12/04

Data
09/04/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Associazioni sportive dilettantistiche, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni che, avendone i requisiti, non hanno ancora provveduto all’iscrizione negli elenchi dei beneficiari del 5 per mille, potranno presentare apposita istanza entro il prossimo 12 aprile (dal momento che per il 2021 il 10 aprile, scadenza ordinaria, cade di sabato)..

Bonus sportivi? Non per tutti… ma attenzione alla scadenza del 7 aprile 2021

Data
07/04/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Scade a mezzanotte di oggi, mercoledì 7 aprile, la possibilità da parte di atleti e collaboratori sportivi (che hanno già beneficiato di indennità erogate da Sport e Salute spa per le mensilità di marzo, aprile, maggio, giugno, novembre e/o dicembre 2020) di confermare, attraverso il link ricevuto via mail, la permanenza dei presupposti per poter ricevere il nuovo contributo 2021 in maniera automatica sul proprio conto corrente..

Modello Eas in scadenza al 31 marzo 2021

Data
31/03/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Entro il 31 marzo 2021 le associazioni e le società sportive dilettantistiche devono inviare nuovamente il modello Eas qualora nel corso dell’anno 2020 siano variati i dati comunicati nel modello precedentemente trasmesso. La presentazione del modello Eas è obbligatoria per tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche che “svolgono attività strutturalmente commerciali, ancorché “de-commercializzate” ai fini fiscali ai sensi degli articoli 148, comma 3, del TUIR e 4, quarto comma, secondo periodo, del DPR n. 633..

Modello Eas per associazioni e società ciclistiche: ri-presentazione entro il 31 marzo 2021

Data
29/03/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Entro la fine del mese di marzo 2021 le associazioni e le società sportive dilettantistiche dovranno inviare un nuovo modello Eas qualora nel corso dell’anno 2020 siano variati i dati comunicati del medesimo per ultimo trasmesso.
La presentazione del modello Eas è obbligarla per tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche che “svolgono attività strutturalmente commerciali, ancorché “de-commercializzate” ai fini fiscali ai sensi degli articoli 148, comma 3, del TUIR e 4, quarto comma, secondo periodo, del DPR n. 633”..

Contributi a fondo perduto e bonus collaboratori sportivi

Data
25/03/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il recente Decreto Sostegno (D.L. 41/2021), pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22.03.2021, ha introdotto una serie di misure di sostegno alle diverse categorie economiche colpite dall’emergenza epidemiologica, alcune delle quali fruibili anche da ASD e SSD..

Modello Eas 2021: il mancato aggiornamento entro il 31.03 può costare caro

Data
19/03/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Qualora nel corso dell’anno 2020 si siano verificati i presupposti per l’invio di un nuovo modello Eas entro il prossimo 31/03, le società sportive dilettantistiche e gli enti associativi che non vi provvedono possono incorrere in oneri fiscali significativi.

Il modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini fiscali da parte degli enti associativi, meglio noto come modello Eas, deve essere presentato dagli enti senza scopo di lucro che intendano fruire delle agevolazioni di cui agli artt. 148 del Tuir e 4 del DPR 633/72 in tema di de-commercializzazione sia delle quote e contributi associativi che dei corrispettivi specifici versati dai propri soci o associati, da quelli di altre società sportive dilettantistiche e associazioni affiliate al medesimo ente del soggetto organizzatore delle menzionate attività corrispettive ovvero dai tesserati di tali enti di affiliazione..

Perché alle associazioni e società sportive non interessa il Terzo settore?

Data
18/03/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
In questi mesi si è sentito tanto parlare di Terzo settore e della necessità di adeguamento dei propri statuti alle disposizioni contenute nel Codice del Terzo settore.
Con il presente intervento si vuole tuttavia sottolineare come non sussista alcun obbligo per le associazioni e società ciclistiche di aggiornare la propria carta statutaria a tale nuova disciplina né, per la maggior parte delle realtà affiliate alla F.C.I., la convenienza ad “abbandonare” le agevolazioni dedicate agli enti sportivi dilettantistici per fruire delle nuove misure contenute nel CTS..

Certificazione Unica: invio e consegna posticipata al 31 marzo

Data
17/03/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunica che nel decreto “Sostegni”, in corso di redazione verrà prevista anche la proroga dei termini per la trasmissione telematica e la consegna ai percipienti della “Certificazione Unica 2021” riferita all’anno 2020.
In particolare, verranno differiti al 31 marzo 2021 i termini di trasmissione telematica della “Certificazione unica” all’Agenzia delle entrate e di consegna della stessa agli interessati così come sono stati posticipati anche i termini relativi alla dichiarazione dei redditi precompilata (a disposizione dei cittadini dal 10 maggio 2021, anziché il 30 aprile)..

Il 5x1000 per le associazioni sportive dilettantistiche

Data
10/03/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni sportive dilettantistiche (c.d. A.S.D.), affiliate alla Federazione Ciclistica Italiana e regolarmente iscritte nel Registro CONI ovvero nell’analoga sezione del CIP, qualora svolgano una rilevante attività di interesse sociale possono accedere al contributo del 5x1000..

Compensi, rimborsi e premi sportivi in Certificazione Unica entro il 16 marzo 2021

Data
08/03/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
I sostituti d’imposta, tra i quali sono comprese anche le associazioni e società sportive dilettantistiche, utilizzano a partire dal 2015, per l’annualità 2014, la Certificazione Unica (c.d. CU), in sostituzione del Cud o della certificazione in carta semplice, per attestare sia i redditi di lavoro dipendente e assimilati, sia i redditi di lavoro autonomo, provvigioni che i redditi diversi quali sono i rimborsi, premi e compensi sportivi dilettantistici..

5x1000 annualità 2018 e 2019: l’accantonamento salva il mancato utilizzo

Data
06/03/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Le somme ricevute a titolo di 5x1000 relativamente alle annualità finanziarie 2018 e 2019 devono essere utilizzate e rendicontate con modalità ed entro i termini ordinari, pena il recupero delle stesse da parte delle amministrazioni competenti.
A precisarlo è infatti il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali (nota n. 3142 del 4.3.2021) il quale, in risposta al quesito recentemente formulato dal Forum del Terzo settore, ha sottolineato come in mancanza di una deroga espressa (come invece è accaduto per il contributo riferito all’anno finanziario 2017) non sia possibile posticipare il termine annuale di utilizzo delle somme ricevute per il biennio 2018-2019, se non attraverso la soluzione del c.d. accantonamento..

DPCM del 2 Marzo 2021: le regole per l'attività sportiva

Data
06/03/2021
Rivista
federciclismo.it
Autore
Enrico Savio
Il nuovo DPCM ribadisce sostanzialmente le disposizioni previste nei precedenti DPCM salvo l’introduzione della così detta zona bianca..

Contributi pubblici 2020 in chiaro con pubblicazione entro il 30 giugno 2021

Data
03/03/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
La scadenza del 30.6.2021 in merito agli obblighi di rendicontazione e di trasparenza dei contributi e altri emolumenti erogati nell’anno 2020 da parte delle pubbliche amministrazioni permane valevole anche per gli enti non profit.
L’adempimento in oggetto, disciplinato dalla Legge annuale per il mercato e la concorrenza n. 124/2017, è stato posticipato dal 28 febbraio al 30 giugno di ogni anno per effetto del DL 34/2019 per tutti i soggetti diversi dalle società che non siano tenuti al deposito del bilancio in CCIAA..

Associazioni e società sportive in regime forfettario fuori dal bonus investimenti pubblicitari

Data
02/03/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
Le associazioni e società sportive dilettantistiche che applicano il regime fiscale previsto dalla Legge 398/91 e che, quindi, godono di importanti semplificazioni amministrativo-contabili nonché fiscali (Iva forfetizzata al 50% sulle sponsorizzazioni, tassazione ai fini delle imposte dirette sul 3% dei proventi commerciali, esonero dalla presentazione della dichiarazione Iva, ecc.) sono escluse dalla misura agevolativa rappresentata dal credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari in favore di leghe, associazioni e società sportive così come disciplinato dal D.L. 104/2020..

Comunicazione erogazioni liberali agli Enc ancora facoltativa per la precompilata 2021

Data
24/02/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
La comunicazione all’Amministrazione Finanziaria dei dati delle erogazioni liberali ricevute dagli enti non profit da inserire nella dichiarazione precompilata rappresenta un adempimento facoltativo anche per il periodo d’imposta 2020. Infatti, il nuovo onere a carico degli enti in seguito specificati è stato considerato come obbligatorio a partire dai dati relativi all’anno 2021.
Il Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 03.2.2021, recentemente pubblicato in G.U. del 16.2.2021, ha apportato alcune importanti novità in merito alla comunicazione dei dati delle erogazioni liberali ricevute dal mondo non profit, nell’ottica di implementare le informazioni contenute nella dichiarazione dei redditi precompilata..

Mutuo liquidità per ASD/SSD: istanza dal 12 febbraio 2021

Data
12/02/2021
Rivista
fiscal-focus.it
Autore
Enrico Savio
Con l’emanazione del D.M. 16.11.2020 del Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, sono stati definiti i nuovi criteri per l’accesso al Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia gestito dall’Istituto per il Credito Sportivo (ICS), riproponendo lo strumento già noto agli operatori sportivi denominato “Mutuo Liquidità”..

Contributo economico alle imprese venete

Data
10/02/2021
Rivista
fciveneto.it
Autore
Enrico Savio
La Regione Veneto e Unioncamere del Veneto hanno pubblicato in data odierna un Bando per la concessione di ristori alle imprese operanti in specifici settori soggetti a restrizioni causate dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.
È stata infatti prevista una dotazione finanziaria pari ad euro 18.365.921,05 (di cui 1.000.000,00 concessi dalle Camere di commercio del Veneto), da ripartire in forma di contributi a fondo perduto, quale garanzia di liquidità per le imprese localizzate nel territorio veneto..